Dorsoduro 750

Aprilia Dorsoduro750 green banner
  • Verde Raptor
  • Bianco Glam
  • Nero Competition
Scopri gli accessori disponibili
DORSODURO 750

Obiettivo: puro divertimento

Dorsoduro 750 è la fun bike di media cilindrata di Aprilia, destinata a entrare negli annali del motociclismo, essendo una delle poche,forse l’unica a fondere in un solo corpo le prestazioni di una moto sportiva con la dinamica e l’agilità di una supermotard. Infatti Dorsoduro 750 è proprio figlia dell’esperienza vincente di Aprilia maturata da una parte nei massimi campionati di velocità e dall’altra nelle competizioni mondiali di supermotard. Una moto unica, elitaria, nata con una missione precisa: offrire il più puro divertimento di guida. 

SCHEDA TECNICA

BROCHURE DI GAMMA

  • PRESTAZIONI AL TOP
    Dorsoduro 750 vanta livelli di prestazioni e dotazioni diassoluta eccellenza che la mettono in diretta concorrenza con mezzi di cilindrate superiori rispetto ai quali esibisce un inarrivabile bilanciamento in termini di prestazioni e componentistica premium. È la moto ideale per chi cerca il massimo divertimento, ma anche facilità di gestione nell’utilizzo quotidiano in città e in coppia.

    LA POTENZA DEL V2 APRILIA
    Leggera, agile, potente, Dorsoduro 750 sfrutta un motore di nuova generazione dalle soluzioni tecniche più di avanguardia nel suo segmento. Il compatto bicilindrico Aprilia a V di 90°, con distribuzione a doppio albero a camme in testa comandata da un sistema misto a catena e ingranaggi, grazie all’avanzata gestione elettronica, è in grado di offrire prestazioni elevatissime, superiori a tutte le rivali, con una potenza specifica di ben122.6 CV/litro e una coppia massima di 82 Nm a soli 4.500 giri/min. La potenza massima raggiunta è di 92 CV a 8.750 giri, con una curva d’erogazione particolarmente lineare, la quale introduce un motore dalla coppia sempre disponibile a tutti i regimi di rotazione.
     
  • GESTIONE ELETTRONICA DA PRIMA DELLA CLASSE
    Aprilia è stata la prima casa motociclistica a credere nelle possibilità dell’acceleratore elettronico Ride By Wire, applicandolo per la prima volta in assoluto su una moto di serie nel 2007. Giunto a un livello di affinamento, affidabilità e sofisticazione unici, il sistema Ride By Wire di Aprilia trova applicazione su tutta la gamma di motociclette disponibili: dalla facile e poliedrica Shiver 750 all’imbattibile RSV4. Anche Dorsoduro 750 si fregia di questo sistema, che permette di ottenere numerosi vantaggi: erogazione sempre lineare a qualsiasi regime; ottimale rapporto stechiometrico che diminuisce i consumi di carburante e le emissioni inquinanti, oltre a garantire maggiore longevità agli organi del motore e quindi maggiore affidabilità nel tempo. Una centralina di ultima generazione gestisce tutti i parametri del motore: le informazioni passano attraverso una linea CAN, perraggiungere la strumentazione che funge da terminale di autodiagnosi. La linea CAN utilizza due soli fili per il trasferimento di tutti i dati, semplificando enormemente l’impianto elettrico e contribuendo alla leggerezza della moto.
     
    TRI-MAP: TRE CARATTERI A PORTATA DI MANO
    Un altro vantaggio della gestione elettronica permessa dal Ride by Wire è di poter ottenere mappature diverse selezionabili dal manubrio. Dorsoduro 750 ne possiede tre, che corrispondono a tre caratteri ben distinti: 
    • SPORT: risposta diretta e immediata al gas, per una guida più emozionante; 
    • TOURING: risposta più fluida del gas, ideale nel traffico;
    • RAIN: per condizioni di aderenza non ottimale e asfalto bagnato. 
     
  • CICLISTICA RIGOROSA
    Bastano pochi metri in sella per sentirsi parte integrante di Aprilia Dorsoduro 750. Il merito è da attribuire all’eccezionale equilibrio ciclistico, all’ottimale distribuzione dei pesi e all’attento studio dell’ergonomia a bordo. La ciclistica rappresenta bene le competenze di Aprilia in questo campo: il telaio è una struttura a traliccio stretto di tubi in acciaio, unita a piastre laterali in alluminio (molto estese), tramite speciali bulloni ad alta resistenza. Ne deriva una struttura rigida e leggera, la migliore soluzione per sfruttare le capacità del propulsore.
     
    Il posizionamento laterale e molto inclinato dell’ammortizzatore, ha reso disponibile spazio prezioso per una conformazione ottimale dei collettori di scarico senza incidere sulla lunghezza della moto e senza andare a stressare termicamentel’ammortizzatore. Il forcellone in alluminio è dimensionato per sopportare le sollecitazioni asimmetriche dovute al posizionamento laterale dell’ammortizzatore. 
     
  • SOSPENSIONI REGOLABILI PER TUTTI I GUSTI
    All’eccellenza ciclistica si aggiunge l’ampia possibilità di regolazioni offerta dalle sospensioni, che permette di trovare la risposta preferita a ogni tipo di sollecitazione. La forcella a steli rovesciati da 43 mm con piedini fusi in conchiglia è regolabile nel precarico molla e nel freno idraulico in estensione. Il sistema è completato da un set di piastre di sterzo forgiate in alluminio, la superiore anche anodizzata. L’ammortizzatore laterale è infulcrato direttamente al forcellone secondo lo schema cantilever ed è regolabile nel precarico molla e nel ritorno idraulico. L’ampia escursione di cui sono capaci (per entrambe 160 mm) e l’ottima scorrevolezza sono in grado di assecondare il pilota anche nella guida più decisa.
     
    FRENI: TECNOLOGIA RACING
    Il meglio della tecnologia frenante trova spazio su Aprilia Dorsoduro 750. L’impianto anteriore, formato da pinze radiali con 4 pistoncini e dischi con profilo wave, rappresentano lo stato dell’arte attualmentedisponibile per una moto di questo segmento. Anche il disco posteriore da 240 mm è del tipo wave ed è frenato da una pinza a singolo pistoncino. Sia l’impianto anteriore, sia il posteriore, utilizzano tubazioni in treccia metallica di derivazione aeronautica che eliminano il fastidioso “effetto polmone” delle tubazioni convenzionali, assicurando prestazioni costanti sotto sforzo.
     
  • STILE AL SERVIZIO DEL DIVERTIMENTO
    Aprilia Dorsoduro 750 è tecnologia pura esaltata da linee taglienti che trasmettono aggressività. Le sovrastrutture - ridottissime - sono cornice di un quadro disegnato dagli elementi tecnici che diventano essi stessi parte integrante del design. Aprilia Dorsoduro 750 è un progetto che pone al centro il pilota e le sue sensazioni, è una moto radicale, funambolica, sportiva, che non accoglie niente che non sia funzionale al raggiungimento del massimo piacere di guida. Il disegno della zona centrale, quella più interessata ai movimenti del pilota durante la guida sportiva, evidenzia lacompattezza dimensionale della moto. Aprilia Dorsoduro 750 è snella e agile per creare immediata simbiosi col pilota. 
     
    ALLESTIMENTO RICCO
    Dorsoduro 750 offre di serie dettagli davvero unici, come i profilati paramani, il manubrio in alluminio a sezione variabile, entrambe le leve regolabili nella distanza dal manubrio e la frizione con comando al manubrio idraulico. La strumentazione Matrix è un vero e proprio computer di bordo, con il quale il pilota può dialogare per visualizzare tutte le informazioni provenienti dalla linea CAN sul motore, compresa la funzione di autodiagnosi. L’illuminazione a led, bianca nella zona analogica e rossa in quella digitale, è regolabile su tre livelli per garantire una perfetta visibilità in ogni condizione di luce.
     
APPAREL